"Chi accumula libri, accumula desideri;
e chi accumula molti desideri è molto giovane,
anche a ottant'anni."
Ugo Ojetti
"Sono una lettrice da sempre.
Ho letto in ogni fase della mia vita
e non c'è mai stato un periodo in cui la lettura
non sia stata per me la gioia più grande."
Diane Setterfield

martedì 18 aprile 2017

Dieci piccoli respiri ❤️

"Respira. Dieci piccoli respiri... 
Afferrali. Sentili. Amali."


Stasera voglio parlare di un romanzo pubblicato in Italia un paio di anni fa, l'autrice è K. A. Tucker e io la conosco per aver letto "99 giorni". L'ho amato. Il romanzo in questione è "Dieci piccoli respiri" ed è il primo di quattro romanzi facenti parte della 

Serie Ten tiny breath,


che si compone di:
0.5.Prima di incontrarti 
1. Dieci piccoli respiri 
2. Una piccola bugia
3. Quattro secondi per perderti
4. Cinque ragioni per odiarti
Sono stati tutti già pubblicati in Italia dalla Newton Compton e sono stati pubblicati anche in un unico volume.
Io ho trovato in libreria "Dieci piccoli respiri" in super sconto, quindi l'ho comprato, letto ed ecco perché ne sto parlando adesso. 



"Kacey Clearly ha solo vent'anni quando la sua vita è andata in pezzi. Un terribile incidente automobilistico le ha portato via i suoi genitori, il suo fidanzato e la sua migliore amica. Ora, dopo quattro anni trascorsi a casa degli zii nel Michigan, Kacey decide di fuggire via per sempre. Una notte lei e sua sorella Livie prendono un autobus per Miami e lì, nonostante le difficoltà economiche, possono finalmente ricominciare a progettare una nuova vita. Kacey però non è ancora pronta a lasciarsi alle spalle il passato e stringere nuove amicizie, neppure se a chiederglielo è l'affascinante vicino, Trent Emerson, un enigmatico ragazzo dagli ipnotici occhi blu. Eppure Trent è deciso a far breccia nel suo cuore, e presto Kacey dovrà smettere di stare chiusa a riccio e arrendersi al suo amore..."


"Respira, Kacey. Conta fino a dieci, Kace. Dieci piccoli respiri".
Questo è ciò che la mamma di Kace le ripeteva quando la vedeva triste o nervosa, qualcosa che Kace, suo malgrado, non ha mai capito. Come dice la sinossi, Kace ha perso i suoi genitori, la sua migliore amica e il suo fidanzato in un incidente stradale, causato da un automobile guidata da un ragazzo ubriaco. Lei è l'unica sopravvissuta, è rimasta ad assistere la morte di tutte le persone che lei amava, mentre stringeva la mano del suo fidanzato morente. La sua vita, ovviamente, non è più stata la stessa. Lei non è più stata la stessa. La Kace di prima non esiste più; la Kace di adesso è un muro di ghiaccio e indifferenza, un groviglio di rabbia che lei sfoga praticando Kickboxing. L'unico motivo per andare avanti è sua sorella Livie, la sua saggia sorella minore. Quindi, la storia inizia con il trasferimento di Kace e Livie a Miami, hanno preso un nuovo appartamento, nuovi vicini e Kace ha anche un nuovo lavoro. Tra i vicini di casa troviamo Storm e Mia, la sua piccola adorabile bambina; loro riescono in qualche modo a rompere la corazza di ghiaccio di Kace ed arrivare al suo cuore, cominciando a far parte della nuova famiglia che via via le ragazze costruiscono.
Ho amato la loro amicizia. Tuttavia, Kace non riesce a superare il passato; lavora, si allena, respira... Ma non vive, lei semplicemente sopravvive. La notte si sveglia ancora a causa dell'incubo in cui rivive quella notte fatale. Cerca di rigare dritto per il bene di sua sorella, dopo che Livie l'ha vista usare alcol, droga e sesso come reazione al lutto ha capito che doveva smettere. Livie è, forse, il personaggio a cui mi sento più legata... So cosa significa vedere una persona che ami commettere un errore e credere di perderla ogni volta e sperare, ogni volta, che sia quella in cui smetterà. Tra i nuovi vicini c'è anche Trent Emerson, un ragazzo tanto affascinante quanto imprevedibile. Tra lui e Kace nasce un legame tanto forte da far sentire Kace la "Kace di prima", di nuovo viva. Lui, con le sue fossette e il suo sorriso disarmante, farà di tutto per farla sorridere sempre, impegnandosi giorno dopo giorno per farla ridere, semplicemente vivere.



Ma anche Trent ha il suo passato oscuro e anche lui, come Kace, non è riuscito a superarlo. "Dieci piccoli respiri" parla proprio del dolore e di tutti i diversi meccanismi di reazione che si usano per superarlo. Parla di come il perdono aiuti a superare il dolore, di come l'empatia aiuti a vedere il dolore degli altri, a capire gli altri e le loro azioni. Nel suo lungo percorso di guarigione Kace incontra un medico anticonformista all'ennesima misura, uno dei personaggi che mi è piaciuto di più, perché in qualche modo guarendo Kace ha aiutato anche me con i suoi consigli. Il bello dei libri è che in qualche modo guariscono anche noi, arrivano quando ne abbiamo bisogno; credo che sia stato così per me, con questo libro.
Il libro si articola in nove diverse fasi -Un piacevole torpore, Negazione, Resistenza, Accettazione, Dipendenza, Sindrome da astinenza, Crollo, Guarigione, Perdono- durante le quali vediamo Kace affrontare il suo dolore, superarlo e, infine, lasciarlo andare.
Tutto sommato, libro mi è piaciuto molto, la storia ha molto potenziale e più di un colpo di scena sorprendente... Anche se l'evoluzione della relazione tra Kace e Trent io l'avrei sviluppata diversamente. Cioè, li ho adorati insieme, sono il perfetto connubio tra dolcezza e sensualità e sono la cura l'uno dell'altra e non credo ci sia niente di più bello, solo che avrei voluto più momenti per loro, momenti in cui si vede proprio il sentimento mettere radici profonde, invece a volte quando sono insieme c'è solo contatto fisico, che è indubbiamente importante. La scrittura della Tucker mi piace molto, è scorrevole e in questo libro, soprattutto quando a parlare è Kace, molto pungente, considerando che gli argomenti trattati sono profondi e reali. Anche in questo suo scritto, come per "99 giorni" all'inizio andavo un po' lenta, ma dalla seconda metà in poi non sono più riuscita ad alzare gli occhi dalle pagine, fino al dolcissimo epilogo, che si svolge tre anni dopo e introduce il prossimo libro della serie la cui protagonista è Livie. Spero di poterlo leggere al più presto!

 

 
Bello!

Nessun commento:

Posta un commento