mercoledì 3 maggio 2017

L'amore arriva sempre al momento sbagliato ❤️

"Forse era destino che ci incontrassimo con l'unico scopo di aiutarci l'un l'altro a uscire dai meandri dell'oscurità."


Ashlyn Jennings è una studentessa modello. Ama follemente leggere, soprattutto i drammi di Shakespeare, dentro i quali, spesso, cerca risposte alle domande che la vita le pone. E adesso di punti interrogativi ne ha molti, dato che ha appena perso sua sorella gemella e, come se non fosse abbastanza, sua madre è caduta in una grave depressione. Ashlyn deve andare a vivere con suo padre e la sua nuova famiglia nel Wisconsin. La devasta anche solo l’idea di trascorrere l’ultimo anno di scuola lontana dai compagni di classe, ma non può che fare le valigie. In viaggio verso la sua nuova casa incontra per caso Daniel Daniels, un uomo distrutto. Lui ha subìto due grandi perdite nella sua vita e sta cercando di rimettersi in sesto. Pensa a tutto meno che a trovare l’amore, ma l’incontro con Ashlyn è qualcosa che va oltre le semplici leggi della chimica. Entrambi cercano di dimenticare quello che hanno provato quel giorno, finché non si “scontrano” a scuola, dove essere allieva e professore non facilita affatto le cose…


"Eravamo solo due persone perfettamente imperfette."


"L'amore arriva sempre al momento sbagliato" è stato il libro giusto nel momento giusto. E' stato un acquisto improvvisato, ho approfittato delle offerte della Newton Compton e l'ho comprato in formato digitale, per leggerlo sull'applicazione Kobo (fra l'altro bellissima!) che ho sul tablet. Non conoscevo l'autrice, quindi è stato un bel tuffo nel vuoto! Con il senno di poi, posso dire di essere soddisfattissima e contentissima per averlo comprato e letto. Questo libro mi ha emotivamente distrutta! Mi ha fatto soffrire così tanto che ad un certo punto ho cominciato a chiedermi perché avessi deciso di leggerlo. E' a metà strada tra "Ps. I love you" e "I cento colori del blu". E' di una tristezza inaudita e, allo stesso tempo, è pieno di amore e tremendamente romantico.


"Di due cose vorrei ti prendessi cura,
una è nel mio petto
e l'altra nel tuo..."


Come dice la sinossi, Ashlyn perde la sua gemella e, a causa delle precarie condizioni di salute della madre, è costretta ad andare a vivere con il padre che tanto tempo prima le aveva abbandonate. Durante il viaggio incontra Daniel, un ragazzo che ha sofferto due gravi lutti e che è devastato dalla sofferenza. In qualche modo, questo li unisce al primo sguardo. Due anime ferite che, semplicemente, si riconoscono. Nasce un legame indissolubile. Daniel, però, è un professore ed è, ovviamente, uno degli insegnanti di Ashlyn, ragion per cui questa relazione che è la sola cosa in grado di far tornare a vivere Ashlyn e Daniel, deve essere nascosta. In più, il preside della scuola è proprio il padre della ragazza. Questa storia del professore mi ha tanto ricordato "I cento colori del blu", che amo. Invece, ciò che mi ha fatto pensare a "Ps. I love you" è una cosa tenerissima, bellissima e strappalacrime e cioè: Gabby, la gemella di Ashlyn, le ha lasciato una lista con delle cose da fare e ogni volta che la ragazza spunterà una di quelle cose, vi sarà associata una lettera da parte di Gabby. Così, eliminare le voci dalla lista diventa per Ashlyn la forza trainante affinché possa in qualche modo "sentire" vicina Gabby, che a suo modo la guida verso la guarigione da quel dolore infernale.

"Avevo pianto così tanto che temevo di aver prosciugato le mie riserve di lacrime, e mi stupivo quando le vedevo rispuntare. Si dice sempre che quando si perde qualcuno, con il tempo le cose miglioreranno. Che con il tempo la vita ritorna alla normalità. Ma non riuscivo assolutamente a crederci: ogni giorno che passava diventava più dura, il mondo intorno a me più buio. Il dolore solamente più lacerante."

Ashlyn mi piace molto, è una ragazza semplice e vera; una lettrice come me, come noi, con il libro sempre in borsa e le citazioni giuste al momento giusto. Ha il cuore spezzato per l'abbandono del padre, la morte di Gabby e anche per "l'abbandono" da parte della madre. Si sente sola e persa, lontano da casa in una nuova scuola con nuovi compagni. 

"Aprii il libro e toccai delicatamente le pagine, percependo la consistenza ruvida della carta sotto i polpastrelli, poi lo sollevai davanti al viso e inspirai profondamente, inebriandomi del profumo di quelle parole di inchiostro. Non c'era niente di più romantico della sensazione di un libro tra le mani."


Daniel è perfetto. Si può essere perfetti? Sì, basta far parte di una band chiamata Romeo's Quest, le cui canzoni sono ispirate alle opere di Shakespeare, leggere Shakespeare appunto, e insegnare letteratura inglese. E' tormentato dal dolore per la perdita dei genitori, ha un rapporto molto conflittuale con il fratello, e vive con il suo migliore amico, Randy. Daniel e Ashlyn sono l'uno la cura dell'altro. Sono l'amore perfetto al momento sbagliato, semplicemente poesia. Diventano l'uno il paradiso personale dell'altro; una nuova versione di Romeo e Giulietta.


"Prima di lei, non avevo conosciuto la vita. Dopo di lei, non sapevo più cosa fosse la morte."

Nella nuova vita di Ashlyn entrano a far parte altre persone e tra queste, in particolare, i figli della compagna del padre: Hailey e Ryan. Ryan l'ho adorato dal primo momento, ma mi ha spezzato il cuore, mi ha letteralmente devastata. Tra Ashlyn e i ragazzi, nasce una bellissima amicizia, colmando in parte il vuoto nella vita della ragazza. Si tratta di una storia molto forte, che attraversa gli anni... Infatti, l'epilogo si svolge circa sei anni dopo l'inizio della storia. C'è tanta sofferenza, temi importati come l'omosessualità, la depressione che segue un lutto, la risalita dopo aver toccato il fondo. Ma c'è tanto romanticismo, come si conviene ad un Romance, dialoghi arguti e vivaci, c'è quell'umorismo sottile che mi piace tanto. Ci sono alcuni punti di cui avrei voluto sapere di più, per esempio il rapporto tra Daniel e Jace, il fratello, oppure più volte viene nominata l'ex ragazza di Daniel, ma non si sa molto di questa storia. Mi rendo conto che se dovessero essere approfonditi tutti i personaggi e tutte le storie, un libro dovrebbe essere minimo di 900 pagine... Ma che ci posso fare? Sono curiosa. Inoltre, il libro è articolato in modo da presentare i pov differenti quindi è un continuo susseguirsi di emozioni, in particolare io ho adorato i pov di Daniel, anche se sono in minor numero rispetto a quelli di Ashlyn. E', quindi, un romanzo che non parla solo della storia d'amore ostacolata, ma di perdita, dolore, famiglia e lo fa con leggerezza, non con superficialità, e con grande sensibilità. E' un libro che consiglio di leggere perché molto autentico, vero.
Io non mi sono ancora ripresa dalle emozioni che mi ha fatto provare! 


"Odiavo quanto ci sentissimo lontani, pur essendo così vicini.
Amavo quanto ci sentissimo vicini, pur dovendo mantenere le distanze."




Indimenticabile! Indimenticabile! 
Raddoppiamento per amore. ❤️

Nessun commento:

Posta un commento

Tutto il tempo del mondo di Sara Purpura 🔖📕💓

"Luna e Terra. Io e Anais siamo così: io il satellite, lei il pianeta attorno al quale ruoto. Spenderei una vita a gravitarle intorno....